BIOGRAFIA

Stretto, allampanato con quel bulbo afro che omaggia il ritmo e le radici black di un suono in equilibrio tra funk e house e che tanto lo fa somigliare alla vetta ardente di un’esplosione! Così ci appare e così s’accende d’un tratto ogni qual volta mette le mani sui fader di un mixer e inizia a macinare groove profondi e sacrali. Giacomo Pellegrino appartiene a quella categoria di persone, ancor prima che di dj, per la quale il termine passione va inteso nel suo significato più profondo e viscerale. Un’autentica “chiamata” la sua. La consolle lo folgora quando è appena quattordicenne. A quel periodo è solito seguire il padre musicista che si esibisce nei locali della sua regione, la Sicilia. Il primo amore è la dance di fine anni ’70, primi ’80. Un’attrazione maniacale per la notte, i suoi colori e suoni lo spinge progressivamente verso il djing. Il padre lo asseconda e gli regala una coppia di piatti e un mixer dai quali non si separerà più. Siamo a metà anni ’90 e la giovanissima età non gli permette ancora di proporsi ai gestori dei locali, nonostante il suo suono sia già maturo e personale. Giacomo Pellegrino non si rassegna e inizia a perlustrare i dintorni di quello che sarà il suo mondo, organizzando party per gli amici. Lo stile si solidifica in un monolite groovy tutto dance e funk che da lì a poco attirerà l’attenzione dei club della zona. In molti, infatti, restano affascinati dalla capacità con la quale Giacomo riesce a tessere una tela sonora di rara bellezza. Strappa i primi ingaggi qua e là, cresce in autorevolezza e diviene resident dj alla Suite di Capo Vaticano.

Qualche anno più tardi lascia la Sicilia per trasferirsi a Parma. Qui inizia fin da subito ad imporsi musicalmente, esibendosi tra il Down Under di Noceto, l’Italghisa di Reggio Emilia, il Dadaumpa e il Kitchen a Parma, il Dehor a Desenzano, fino ad ottenere la residenza al Nero Blanco. Oltre alla passione per il dancefloor, Giacomo Pellegrino ne coltiva una fortissima per la Radio. Da giugno 2009 e per circa un anno, tiene un programma ogni sabato sera su Radio Italia Network dal titolo “EURYTMIA…The Night Passion”. Di lì a poco la grande occasione: SS Radio di Londra rimane impressionata da un suo mixato al punto da chiedergli di mandarne in onda uno ogni sabato pomeriggio: un’ora di tech, deep, soulful e house di classe cristallina!

Giacomo Pellegrino non è solamente un dj di razza.La sua straordinaria sensibilità artistica è, infatti, recentemente sfociata nella produzione di un singolo dal titolo Punch to face, in uscita per Lapsus Music, etichetta dei Supernova. Capitolo a parte va dedicato al suo recente ingresso nel ristretto gruppo di resident del Moxa, club di assoluto riferimento per la scena dance nazionale. “Quando sono entrato per la prima volta al Moxa in consolle c’era Tedd Patterson e mi sono sentito come se mi trovassi a New York, Londra, Berlino” – spiega Giacomo- “è stata un’emozione difficile da descrivere, finalmente ho trovato un luogo dove esprimere liberamente la mia musica”.